21-08-2006, 23:42Ancora anni ’60!

Ultimamente non ho la costanza di ritagliarmi degli spazi per scrivere su questo blog, ma voglio continuare a parlare di musica!
Voglio continuare la mia carrellata di musica rock degli anni 60, sia perchè si tratta di un periodo che trovo musicalmente ineguagliabile, sia perchè ci sono molti altri artisti meritevoli di essere menzionati, anche se non hanno suonato a Woodstock.
La prima canzone di oggi è di un gruppo che all’epoca fu un fenomeno commerciale incredibile, la prima vera e propria “boyband”, ma che non va assolutamente sottovalutato dal punto di vista musicale:


The Beatles – Come Together
Dall’album Abbey Road
Beatles_-_Abbey_Road.jpg

Altro gruppo storico i Rolling Stones, tuttora attivi con un recente tour di proporzioni spaventose; (Esempio il concerto a Copacabana con un milione e mezzo di spettatori)
Gruppo considerato l’emblema della ribellione giovanile e protagonista di una vera e propria “battaglia” mediatica e discografica con i Beatles, dal suono decisamente più rock.


The Rolling Stones – Gimme Shelter
Dall’album Let it Bleed
Letitbleed1.jpg

E’ un brano dal sound veramente unico, rock & roll puro, emozionante.

Come non includere i Doors in questa piccola storia del rock anni 60? Un gruppo basato sulla personalità di Jim Morrison, carismatico frontman, poeta e interprete eccezionale.

The doors – BackDoor Man
Dall’album The doors
TheDoorsTheDoorsalbumcover.jpg

Gruppo di rock esplosivo, caratterizzato dalla maestosa chitarra di Eric clapton, i Cream, autori della prossima canzone, celeberrima:

Cream – Sunshine of your love
Dall’album Disraeli Gears
Disraeligears.jpg

Altro gruppo-colonna del rock, per molti fondatore dell’heavy metal, i Deep Purple.
La canzone che propongo li portò al successo, ed è una cover di una canzone di joe south.


Deep Purple – Hush
Dall’album Shades of deep purple
Shades_of_Deep_Purple.jpg

Al filone “hard” del rock di quegli anni facevano parte anche i Led Zeppelin, eccezionali live performer, con la presenza scenica del cantante Robert Plant, la chitarra infuocata di Jimmy Page e la batteria di John Bonham.


Led Zeppelin – Dazed and Confused
Dall’album Led Zeppelin
LedZeppelinLedZeppelinalbumcover.jpg

Per concludere le due settimane dedicate alla musica rock degli anni 60 uso una canzone di un artista che si può considerare tra i più influenti di tutta la storia della musica, e che già aveva saputo influenzare molti artisti a pochi anni dalla pubblicazione dei suoi lavori. Bob Dylan faceva e fa musica folk, rock, blues e country. E soprattutto ha sempre fatto poesia.


Bob Dylan – Like a rolling stone
Dall’album Highway 61 revisited

F15398jrk9v.jpg

Ultima nota a questo post chilometrico: La maggior parte degli artisti di questa settimana sono “sbocciati” alla fine degli anni ’60, e le canzoni sono scelte accuratamente in modo che tutte siano uscite prima del 1970. Tuttavia l’evoluzione di questi artisti ha dato risultati anche migliori nei primi anni del decennio successivo. Perciò consiglio a chi vuole conoscere bene questi artisti di procurarsi una buona raccolta e poi addentrarsi all’ascolto degli album, rigorosamente in ordine cronologico!

Finalmente trovo il tempo per continuare questa cosa, un’idea in cui continuo a credere e che mi pento di non aver portato avanti con più impegno. Tra le passioni che più sottovaluto e troppo spesso trascuro c’è la musica… E questo mi dispiace dato che la amo davvero a dismisura…
Sono passate quasi due settimane dall’ultimo post “musicale”… i motivi sono molti ma quello principale è la repulsione nei confronti del pc in questo periodo incasinatissimo…
E ora bando alle ciance, la notte passata in “campeggio” a Negrisia in occasione del compleanno della mitica Vale nonchè “mia cognata” mi hanno fatto venire in mente Woodstock, il festival musicale che ha veramente sconvolto il concetto di concerto, di rock, di folla. Quindi è dovere dedicare questi giorni passati a quei tempi d’oro per il Rock.
Cominciamo con le canzoni!

La prima è tra i miei brani in assoluto preferiti, è La Canzone Rock. è una cover del grande Bob Dylan interpretata dal divino Jimi Hendrix, tutt’ora famosa perchè presente in vari film sulla guerra in vietnam:


Jimi Hendrix – All Along the Watchtower
Dall’album Electric Ladyland
Electric Ladyland

Da non perdere il concerto di Jimi a Woodstock.

Altra performance esemplare quella degli Who, che suonarono ben 24 canzoni.


The who – My Generation
Dall’album My Generation
My Generation

Tra gli artisti sul palco di Woodstock anche un gruppo meno noto, ma autore di una canzone storica divenuta un simbolo dell’”on the road”:


Canned Heat – On the road again
Dall’album Boogie with Canned Heat
Boogie_with_Canned_Heat_(album_cover).jpg

Altra esibizione memorabile quella di Carlos Santana, ancora giovanissimo ma già dotato dello stile inconfondibile che lo contraddistingue tuttora.
Molti minuti di improvvisazione strumentale davvero esplosiva e direi psichedelica!


Santana – Soul Sacrifice
Dall’album Woodstock: Music From the Original Soundtrack and More
Woodstock - L'album

Tra gli artisti degli anni 60 ci sono i Creedence clearwater revival, conosciuti forse più per le molte canzoni entrate nella storia della musica che per il nome poco mnemonico.
Anche loro, naturalmente, suonarono a woodstock.


Creedence Clearwater Revival – Proud Mary
Dall’album Bayou Country
Bayou Country

Altro gruppo storico Crosby, Still & Nash, che suonarono a woodstock anche con Neil Young, che rifiutò però di essere filmato.
Questo è il loro brano + celebre:


Crosby, Still & Nash – Suite Judy Blue Eyes
Dall’abum Crosby, Still & Nash
Crosbystillsandnash.jpg

Ho iniziato questa “carrellata” con Jimi, diventato emblema degli anni 60 anche per la sua scomparsa prematura… Impensabile non finire con un’artista con una storia davvero simile alla sua, come Janis jolin.


Janis Joplin – Try (Just a little bit harder)
Dall’album I Got Dem Ol’ Kozmic Blues Again Mama!
I Got Dem Ol' Kozmic Blues Again Mama!

Bene, ho recuperato una settimana, sono stanco ma soddisfatto.
Spero che qualcuno apprezzi questa mia volontà di condividere la mia passione per il rock e la musica in generale, con l’intento di scambiare opinioni ma anche di imparare sempre di più sulla musica.
I miei post possono essere logorroici per i più, ma la cosa più importante per me è che chi legge questo blog ascolti la musica e poi mi insulti liberamente!
Ora il letto mi aspetta.
Arrivederci alla prossima puntata!

04-08-2006, 21:24Fiducia Reciproca

In attesa del ritorno della mia rubrica musicale – che molto probabilmente avverrà stanotte :D – una piccola anticipazione di quello che sta per succedere a casa mia…
Mamma e papà se ne vanno in montagna una settimana… Fratellino canoista in allenamento in ritiro a Caldonazzo per una settimana…
Dopo ventun’anni che uno vive con le stesse persone si aspetta che ci sia un minimo di fiducia reciproca…
Invece… Bè un’immagine (e un rutto) sono meglio di mille parole:


Cartello...
(Cliccate sull’immagine per ingrandire)

03-08-2006, 13:43Tornerò,Tornerò…

La mancanza di tempo, il caldo, i miei progettini che mi assorbono al 100%, calcolo, e ora pure la raccolta delle pere mi hanno impedito di continuare questo blog. Ma tornerò! Con tanta musica come sempre e un progettino ecceziunalo!
Stay Tuned


© 2007 The Hole | Tema Curved © Aditi Tuteja.