29-08-2008, 17:00Festa!

In ventitrè anni mi sarà capitato 2 volte che casa mia sia completamente libera per più di un giorno intero… Qualche giorno fa è capitato, e il minimo da farsi era improvvisare un po’ di FESTA a casa mia…
Il risultato è qui sotto. Un grazie a Penzo (foto d’archivio) e alla grappa del nonno per aver reso la balla di Mary di nuovo possibile!

Cacao!
Mary Conz… Con molletta!
Mary Conz… Con molletta! + Panz pre-conz…

Le foto sono orrende e ultra saturate, ma era l’unico modo di renderle decenti…
Grazie a tutti e alla prossima :D.

28-08-2008, 20:31Without You I’m Nothing

Tanto per restare in tema di canzoni che riescono a distogliere la tua attenzione anche se sei concentratissimo (vedi “Una Canzone“)… Oggi ho deciso di sistemare l’hard disk (impresa davvero epica se solo pensiamo che sono circa 250 Giga di cosine), e mentre ero intento a spostare ed eliminare files come un ossesso, ho sentito nelle cuffie questa canzone dei Placebo:

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


Placebo – Without You I’m Nothing (Dall’album omonimo)
Placebo - Without You I’m Nothing


Certo non è nulla di nuovo, probabilmente l’avevo già sentita, ma mai veramente ascoltata. Credo sia stata l’atmosfera malinconica e sofferente a colpirmi, fatto sta che l’ho riascoltata e ho letto il titolo… Ho sorriso immediatamente: per pura coincidenza in quella frase era riassunto uno dei miei pensieri più frequenti. Without you I’m nothing, Senza di te non sono niente… Non so se dedicarla alla donna che so io o alla mia voglia di studiare, che fa di tutto per nascondersi :D.
Riguardo al post precedente, la depressione capita a tutti… Basta rialzarsi e guardare alle difficoltà col sorriso.
Vi lascio anche il testo della canzone, che data la mia pigrizia NON ho letto :D. Dopo il break
Leggi il resto! »

Sono appena tornato da una settimana di vacanza. Vacanza con gli amici:che bello! Erano anni che non lo facevo. Però devo dire una cosa… Credo di avere qualche problema. Da qualche tempo (forse troppo) il mio cuore sembra refrattario alle sensazioni positive e forse anche alle sole possibilità di sentirmi felice… Ho accumulato troppa tristezza, troppa stanchezza, troppi sensi di colpa, troppo rancore, troppa disperazione, troppe false speranze, troppe delusioni. Non riesco a sciacquare via tutta questa negatività. Non lo so nemmeno io di cosa ho bisogno. So solo che così non si può più stare. Un buon inizio sarebbe aver qualcosa o qualcuno che mi dia anche solo un’annebbiatissima visione del mio futuro. Ora l’unica cosa che vedo è buio totale. O meglio ancora, il Nulla.

Il Nulla
Bei tempi…
Lasciamo perdere questa divagazione (decisamente fuori luogo) su uno dei film che ho letteralmente consumato quando ero bambino…ora che sono finite le vacanze, devo tornare a fare il mio dovere. Tradotto, devo ricominciare a studiare… In teoria dovrebbe essere pura Normalità… Magari! Se studiare fosse mai stato normalità, routine, sarei già laureato. Purtoppo però tra i tanti difetti che ho ce n’è uno di odioso. Adoro fare miriadi di cose, ho una curiosità vulcanica e apprendo in fretta… Ma quando si tratta di DOVER fare le cose… bè cambia tutto e non faccio più nulla. Qualcuno conosce una medicina per la mia stupidità?

10-08-2008, 12:31Omaggio a un genio

Non è facile trovare le parole per commentare l’opera di Fabrizio De Andrè, senza dubbio uno dei più grandi cantautori del nostro tempo. So solo che ogni volta che risento questo brano vorrei riascoltarlo all’infinito. E ora lo regalo a voi.


Fabrizio de Andrè – Ballata dell’Amore Cieco o della Vanità

Audio clip: é necessario Adobe Flash Player (versione 9 o superiore) per riprodurre questa traccia audio. Scarica qui l’ultima versione. Devi inoltre avere attivato il JavaScript nel tuo browser.


© 2007 The Hole | Tema Curved © Aditi Tuteja.