Cazzeggiando come al solito su digg, ho trovato questo articolo, da Gizmodo.
Di solito non manco di rispetto ai morti, ma dato che credo che i protagonisti della vicenda meritino di essere candidati ai Darwin Awards, ecco le loro facce:

PWNED!

La notizia è talmente bizzarra che mi prendo la briga di tradurla:

La vita di Emine (20 anni) e del suo 24enne marito Ramazan Çalçoban era la normale vita di una coppia in fase di separazione. Dopo aver deciso di separarsi, i due hanno continuato a discutere animatamente via SMS, finchè un giorno Ramazan ha scritto “cambi discorso ogni volta che rimani senza argomentazioni”. Quel giorno, la mancanza di un puntino su una lettera – causata da una errata localizzazione del sistema di digitazione del cellulare – ha provocato una catena di eventi finita con un violento bagno di sangue.
Il surreale errore è accaduto perchè Ramazan ha spedito l’sms correttamente ma il cellulare di Emine non aveva uno specifico carattere dell’alfabeto turco, la lettera “?”, o i chiusa. Mentre la “i” tradizionale esiste su tutti i cellulari in Turchia – dove sono avvenuti i fatti – la “i chiusa” sembra mancare nella maggior parte dei terminali del Paese.
L’uso della normale “i” ha completamente sconvolto il senso del messaggio: sembrava che invece di scrivere la parola “s?k?s?nca” avesse scritto “sikisince.” Ramazan voleva scrivere “cambi discorso ogni volta che rimani senza argomentazioni, ma ciò che Emine ha letto è stato “cambi discorso ogni volta che ti fai scopare“.
Emine ha mostrato l’sms a suo padre che -infuriato- ha chiamato Ramazan, accusandolo di trattare sua figlia come una puttana. Ramazan è andato a casa della famiglia per scusarsi, ma è stato accolto dal padre, da Emine, da due sorelle e da parecchi coltelli molto affilati. Ferito e sanguinante, con un coltello nel petto, Ramazan ha cercato di scappare. Mentre Emine cercava di finirlo sulla porta, l’uomo è riuscito a estrarsi il coltello dal petto e rispondere all’attacco, ferendola. Infine Ramazan è riuscito a scappare, per venire poi catturato dalla polizia; nel frattempo, Emine è morta dissanguata nella vana attesa che un’ambulanza raggiungesse la famiglia attraversando il traffico infernale di Ankara.
Sconvolto da tutti gli avvenimenti, Ramazan si è suicidato in cella.
Sembra che questo non sia il primo incidente causato dal dannato puntino sulla lettera i. La stampa locale ha sottolineato che l’errore di localizzazione del software dei cellulari in Turchia sta causando problemi seri quando si tratta di “parole delicate” in Turco, e hanno fatto un appello affinchè venga migliorata la localizzazione dei prodotti tecnologici, proprio per evitare certi errori.
In alternativa, la stampa avrebbe dovuto chiedere di vietare i coltelli nelle case delle persone così marcatamente stupide.

[via Digg, Gizmodo]